Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva


Blera EVENTI

RITA PASSERI
Nata e cresciuta a Roma, sono stata profondamente influenzata, sin da giovane età, dall’arte
etrusca, romana e rinascimentale.

Alla fine degli anni '80 ho deciso di lavorare su larga scala
per concentrarmi sull’anatomia dei miei soggetti. I miei ritratti si basavano su fotografie, schizzi
rapidi dei soggetti e talvolta anche immagini di riviste e giornali. La mia tecnica pian piano
andava migliorando, ma sentivo che mancava qualcosa.
"Mildred", completato nel 1992, è stato il mio passo avanti. Mi sono resa conto che la chiave per
un modo più profondo di lavorare era la connessione che avevo a lei, l’affetto che provavo per
Mildred, la donna. Indipendente, dura, onesta, generosa, dignitosa nella sua semplicità e fragile
nella sua vecchiaia, Mildred divenne il simbolo che, per me, incarnava l'umanità.
Mildred ha dato vita al progetto, tutt’ora in corso, intitolato “Uncommon Women” o "Donne non
Comuni". Sorelle, madri, nonne, zie si sono susseguite una dopo l'altra. Allo stesso tempo, una
volta esibite, queste donne sono state percepite e definite come dee, streghe, sacerdotesse e
maghe che hanno dato un prezioso contributo non solo alle persone che le hanno conosciute
ma alla società in generale.
I miei soggetti provengono da ambienti modesti appartenenti alla classe operaia e c'è il rischio
di romanticizzare le loro vite. La mia soluzione e’ stata cercare di essere il più fedele possibile
all'individuo, eliminando tutte le decorazioni e evocando così il loro potere interiore. Mi limito a
descrivere solo ciò che ritengo necessario per completare la personalità della donna, la sua
anima e la sua essenza.
Sviluppo la figura lavorando in strati: applico il colore e poi lo rimuovo o levigandolo da asciutto
o utilizzando lamette, creando così una “fibra” di colori consistente ( o “texture). Diventa un
"dare e prendere", con una sensazione di ruvidezza e profondità.
In questi particolari lavori, i paesaggi vengono utilizzati come punti di riferimento. Mi concentro
su memorie, episodi, frasi pronunciate, emozioni, conflitti e argomenti che ho vissuto con i
soggetti nel tentativo di mettere a fuoco i loro aspetti piu’ umani.

 

RITA PASSERI CURRICULUM
Viale Europa, 6 – Villa San Giovanni in Tuscia, 01010, Viterbo
Cell: 011 39 340 7576
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.Iavanet.com
Studi:
75-80 Istituto Professionale, Roma – Lingue, Storia dell’Arte, Storia
83-85 Studi Formali a School of Visual Arts, NYC con Juan Gonzales, pittura e Alice Adams,
scultura
86-88 Peridance Center, NYC. Studi in Danza, Coreografia, set Design.
Lavorato su progetti integrando Arte e Danza
1992 Disegno e Anatomia, Art Student’s league, NYC
93-94 Disegno a Pastello, Cooper Union, NYC con Shelley Havens
1998 The Lower East Side Printshop, Carundum Printmaking, w Susan Rostow
2001-02 Disegno, Manhattan Community College, WTC, NYC
2003-04 Koho School of Sumi-E (Pittura Giapponese) con Sensei Koho Yamamoto, NYC
2004 The educational Alliance Art School, Colatura e Modellatura con Barbara Lubliner
2004-09 Scultura su Legno con Perrec Petry, Hope Town, Abacos, Bahamas
2007-08 Scultura su Marmo con Anthony Antonios, Arts Student League, NYC
2015-17 Modellazione di Argilla con Anthony Antonios, Arts Students League, NYC
Mostre:
2016 Collettiva – Gli Artisti di Iavanet, Casa Italiana Zerilli Marimo', NY NY
2015 Collettiva – Gli Artisti di Iavanet, Casa Italiana Zerilli Marimo', NY NY

I comunicati inviali
a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi è online ora assieme a te

Abbiamo 653 visitatori online

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva