Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

×

Attenzione

JFolder: :files: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/vhosts/lacitta.eu/httpdocs/images/orvieto-vissani-2014

×

Avviso

There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery Pro plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: images/orvieto-vissani-2014


Orvieto CRONACA Si è conclusa al Palazzo del Gusto di Orvieto la tre giorni nominata  "Tavola del Natale"
a cura di Simona Mingolla

 

Orvieto: Una "Tavola del Natale" ricca di prodotti tipici della Tuscia e in sintonia con gli antichi.

Conclusasi ad Orvieto la manifestazione culturale-gastronomica per recuperare sapori antichi e sane tradizioni.

Vedi la galleria fotografica di Gianni Uggeri

Si è conclusa al Palazzo del Gusto di Orvieto la tre giorni (dal 6 al l'8 dicembre) nominata "Tavola del Natale", che ha visto alternarsi una serie di appuntamenti culturali, cene, mostre, seminari, presentazioni di libri, spettacoli musicali e mercatini cui hanno partecipato diverse aziende della Tuscia viterbese con i propri prodotti tipici anche in vista della partnership suggellatasi fra i due territori per il 2015 battezzato "Anno degli Etruschi".

Prima della cena conclusiva all’interno dell’Enoteca Regionale preparata dal ristorante Sant’Egidio di Marta (con l’illustrazione dei piatti da parte di Sergio Grasso, che ha presentato nel corso della manifestazione il suo ultimo libro “Etruschi tra cultura e cucina” testimonianze e persistenze storiche), si è svolto l'atteso convegno ”A tavola con gli antichi” a cura di Carlo Casi (archeologo e direttore della Mastarna) e Luciano Frazzoni (archeologo e direttore del museo Farnese) dove sono stati raccontati la storia e i segreti delle tavole dell’antichità, dagli Etruschi ai Romani, fino ai deschi medievali e ai banchetti del Rinascimento.

Il suddetto argomento è stato tema conduttore dell'ultima monografia edita in novembre della rivista Archeo il cui direttore, Andreas Steiner, ha partecipato insieme allo chef Gianfranco Vissani all'evento.

Come ha concluso Casi, che ha curato parte della monografia, "la cucina antica è un aspetto che riguarda la nostra cultura: noi pensiamo di scegliere il cibo, ma non è così perchè siamo inficiati di sovrastrutture che ci rendono difficile effettuare delle scelte consapevoli... noi abbiamo fatto una rassegna con un'analisi storica che lega la storia, la cultura e il territorio per far capire i principali passaggi della storia dell'alimentazione, realizzando uno strumento che sia un piccolo che ci stimoli a proteggere  tutto ciò che riguarda la nostra tradizione e cultura poichè, così facendo, proteggiamo noi stessi. Il recupero dei terreni abbandonati per coltivare in modo più naturale e meno intensivo (riducendo, quindi, l'uso di pesticidi e simili) prodotti destinati ad un mercato che non fa parte della grande distribuzione, può consapevolizzare che possiamo vivere bene anche se non ci alimentiamo con i prodotti comprati negli ipermercati"...

Anche Vissani ha ribadito l'importanza di recuperare un sano approccio alla metodologie di produzione, scelta, conservazione e preparazione dei cibi non tanto in vista del recupero o apprendimento dell'arte culinaria d'autore, quanto per difenderci dal degrado del territorio e dal pericolo crescente di attacco alla nostra salute, sempre più soggetta a patologie irreversibili per la cattiva qualità del cibo di cui ci alimentiamo.

{gallery}orvieto-vissani-2014{/gallery}

I comunicati inviali
a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Salva

Salva

chi è on line

Abbiamo 1057 visitatori online

Salva

Salva

Salva

Salva