Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Viterbo STORIA

La Chiesa di santa Maria in Gradi dopo i bombardamenti aerei, infatti, fu colpita il 17 marzo 1944 e nella notte tra il 24 e 25 maggio 1944. Oggi l'interno, coperto dal tetto, è invaso da ponteggi edili per restauri che non si sa quando inizieranno

Il sito del Ministero dei Beni culturali propone la storia della Chiesa di santa Maria in Gradi di Viterbo, semidistrutta dai bombardamenti aerei durante la Seconda Guerra Mondiale, e siccome ritengo pochi ne conoscano la storia, oppure fanno accessi al sito, mi è parso opportuno riproporre l'articolo storico redatto da Renzo De Simone. (m.g.)

Viterbo LA STORIA DI VITERBO
Mauro Galeotti (dal libro L'illustrissima Città di Viterbo)


Torrione presso Via Giuseppe Signorelli nel 1950, lungo le mura da Porta Fiorentina a Porta Bove

Prime notizie della costruzione del tratto di mura che va da Porta Fiorentina a Porta Bove si hanno nel 1208 allorquando «Li Viterbesi […] cinsero il Piano di S. Faustino», così scrive Niccolò della Tuccia, tratto che raggiungeva e superava l’attuale fornice di Via Giuseppe Signorelli. Qualche anno dopo, nel 1215, «Fu facto el muro sopra la porta di Buove et il circuito et el piano di Sancto F[a]ustino», così riferisce il cronista Francesco d’Andrea.

Villa san Giovanni in Tuscia STORIA
Micaela Merlino

Agli Etruschi piacevano i miti greci, racconti pieni di avventure e di lotte, dove la fortuna si alternava alla sventura, aventi come protagonisti eroi audaci e coraggiosi, ma anche vulnerabili, divinità benevole, ma più spesso invidiose e vendicative, ed esseri umani dalle facoltà particolari o eccezionali, impegnati in imprese rischiose.

Viterbo STORIA
Chiara Aviani Barbacci, Stefano Aviani Barbacci
(Centro Studi Santa Rosa da Viterbo)


Rosa sulle Ande, Stefano e Chiara Aviani Barbacci

La Rosa viterbese nel Secolo d'Oro spagnolo.
Oggi, Santa Rosa da Viterbo è una figura religiosa poco nota fuori della nostra città, non fu così nel Siglo de Oro spagnolo dal quale ci viene una Vita Beatae Virginis Rosae che appartenne a Fernando Colombo, il figlio del grande navigatore.

Viterbo LA STORIA DI VITERBO
Mauro Galeotti

Saggini Costruzioni e la Storia di Viterbo: Porta di santa Lucia oggi Porta Fiorentina - Prima parte - Seconda parte - Terza parte Quarta parte - Quinta parte

Porta Fiorentina negli anni '50 (Archivio Mauro Galeotti)

Il 6 Marzo 1838 l’architetto comunitativo Francesco Lucchi, in una relazione sullo stato delle ante in legno, riferisce che il fusto a due partite deve essere rinnovato con legni nuovi di castagno, «con fodere e guarnizione scorniciata, con suo sportello», riutilizzando tutti i ferramenti esistenti.

Viterbo CRONACA STORICA da "IL MONASTERO"

La Quercia nel 1900 (Archivio Mauro Galeotti)

http://www.lacitta.eu/images/banners/il-monastero-frate-e-forno-ok.jpg

 

 

“L’Anno 1494 un tal Gabriello con Gio.[vanni] Francesco suo figlio andava da Viterbo a Civita Vecchia, ed arrivati al fiume Biedano furno incontrati da trè Assassini in Strada, che senz’altro con due colpi di spada ferirono mortalmente in testa detto Gabriello, gli passarno da una parte all’altra li fianchi con uno spiedo, quasi affatto li staccarno dal braccio una mano, e con altre ferite di freccie, e spada talmente li lacerarno il corpo, che cadde in terra come morto:

I comunicati inviali
a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi è online ora assieme a te

Abbiamo 897 visitatori online


Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva