Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

La Quercia STORIA
Mi scrive lo storico Gianfranco Ciprini e pubblico volentieri

"Carissimo oggi è la festa di Santa Caterina da Siena!!! Ti invio una Immagine della Madonna della Quercia del 1691 disegnata da Antonio Palma ed incisa da P. Petri. Come vedi ai piedi della Santa Immagine ci sono san Domenico e santa Caterina. Ti mando anche documenti attestanti quanto scritto. Un saluto ai lettori del quotidiano. Gianfranco Ciprini"

Villa san Giovanni in Tuscia STORIA
Micaela Merlino

Il 29 Aprile il Calendario Liturgico celebra la memoria di S. Caterina da Siena (1347-1380) che nel 1363, all’età di sedici anni, dopo aver vinto le resistenze della sua famiglia, vestì l’abito delle Terziarie Domenicane, dette Mantellate per il mantello scuro che portavano sopra la veste bianca, e nel 1365 professò i voti perpetui.

Viterbo STORIA
CEDIDO Centro diocesano di documentazione per la storia e la cultura religiosa
Scheda realizzata da Elisa Angelone per il Centro diocesano di documentazione – Viterbo

La Chiesa di sant'Andrea nel 1910 (Archivio Mauro Galeotti)

Storia della Chiesa di S. Andrea Apostolo a Viterbo1 in Piazza sant'Andrea, Parrocchia di sant'Andrea.

La storia.

La chiesa di S Andrea a Piano Scarano, che si dice eretta dopo il 11482, è documentata soltanto nel 1236 anno in cui è elencata tra le chiese minori dalla Città3.

Cronologia della Resistenza nel Lazio
 

Carro armato a Soriano nel Cimino 1944

Viterbo: 1943
 

Aprile

27 -Bomarzo- gruppo di 8 donne e 2 ragazzi operai agricoli alle dipendenze della Società “Denuta” si astiene dal lavoro per  protestare contro mancato pagamento del premio del ventennale e del doppio salario nella ricorrenza del 21 aprile (Natale di Roma)

Viterbo STORIA
CEDIDO Viterbo

 

L'abbazia di san Martino al Cimino nel 1910 (Archivio Mauro Galeotti)

Abbazia di S. Martino a san Martino al Cimino (Nullius diocesis)

I documenti di epoca moderna, non indicano l’anno di fondazione del monastero dedicato a S. Martino anche se alcuni studiosi attestano che la prima menzione di una “Ecclesia S. Martini in Montis” si abbia nell’838, ma che risulti facilmente confondibile con una chiesa eretta probabilmente in epoca posteriore1.

Viterbo LA STORIA DI VITERBO
Mauro Galeotti

Saggini Costruzioni e la Storia di Viterbo: Porta di santa Lucia oggi Porta Fiorentina - Prima parte
Saggini Costruzioni e la Storia di Viterbo: Porta di santa Lucia oggi Porta Fiorentina - Seconda parte

Porta Fiorentina e Piazzale Umberto I nel 1913 circa
(foto Giuseppe Bazzichelli - Archivio Mauro Galeotti)

Il 18 Dicembre 1456 venne a Viterbo il rettore del Patrimonio Paolo di Santa Fede, erano con lui cinquecento fanti.

Valentano STORIA Curiosità
Romualdo Luzi


Canepina nel 1930 circa (Archivio Mauro Galeotti)

L’interesse suscitato dopo la pubblicazione della scoperta dell’allume da parte di Giovanni di Castro e l’interesse dimostrato dal papa Pio II Piccolomini, mi porta a raccontare un altro piccolo avvenimento, senza tacere che lo stesso pontefice ha scritto sulla magnifica Processione del Corpus Domini del 1462 a Viterbo e sulla nota Corsa delle barche da Capodimonte all’Isola Bisentina.

Villa san Giovanni in Tuscia STORIA
Micaela Merlino

La vetta del Monte Cimino nel 1937 (Archivio Mauro Galeotti)

Secondo il racconto dello storico romano Tito Livio (59 a.C.-19 d.C.), autore di un’opera monumentale sulla storia di Roma, “Ab Urbe condita”, purtroppo non conservata per intero, nel 310 a.C., Quinto Fabio Massimo Rulliano rivestì il consolato per la seconda volta insieme al collega Gaio Marcio Rutilo Censorino.

I comunicati inviali
a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Chi è online ora assieme a te

Abbiamo 894 visitatori online


Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva