Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva


Viterbo POLITICA

Volti nuovi, nuove energie, nuove idee, tanta volontà e tanto amore per la città: sono queste le caratteristiche dei candidati a consigliere comunale di Viterbo che la Lega ha presentato ieri in conferenza stampa.

Uomini e donne fortemente motivati, pronti a scendere in campo per il rilancio della città. Persone nuove della politica, molti giovani, ma ognuno con il proprio significativo bagaglio di esperienza nel mondo reale, che gli deriva da un preciso collocamento nella società economico-civile, che li vede impegnati in ruoli di imprenditori, professionisti, impiegati, operatori di vari settori.

È questo il candidato tipo della Lega alle comunali di Viterbo, al quale il senatore Fusco ha pensato di affidare la stagione del cambiamento nella Città dei Papi. Ieri la conferenza stampa in casa Lega alla presenza del candidato sindaco del centrodestra Giovanni Arena, in un clima di grande entusiasmo e coesione.

Il senatore Fusco ha aperto la conferenza ribadendo la necessità di porre fine al degrado in cui Viterbo versa, chiedendo l’impegno del sindaco nello sviluppo della città. Fondamentale per la Lega, e in particolar modo per Umberto Fusco, sarà il riconoscimento di Viterbo come “città termale” ed il rilancio di un grande progetto per il termalismo, come volano per lo sviluppo economico della città e per creare nuovi posti di lavoro. Si è poi ribadita l’importanza di passi in avanti nel campo della sicurezza attraverso un maggiore sostegno alle forze dell’ordine. Per quanto riguarda l’immigrazione, si è, quindi, chiesto l’impegno del mantenimento del numero di immigrati al di sotto del 3 per mille.

Pieno appoggio è stato dato dal candidato sindaco Arena, entusiasta della squadra della Lega e delle singole personalità di cui si compone.

Contardo ha, quindi, presentato i candidati e dai loro contributi sono emerse le principali problematiche a cui voler porre una soluzione: maggiore impegno per gli ex-comuni e nei quartieri più periferici abbandonati a sé stessi; rivitalizzare il centro storico; puntare sul turismo e facilitare la creazione di posti di lavoro; sgravi fiscali alle imprese che assumono e ai privati che investono nel rifacimento delle strutture per un maggior decoro urbano della città; sostegno alle industrie con una riduzione dell’Imu per facilitare assunzioni e far ripartire l’economia.

La necessaria attenzione sarà posta sulla viabilità, per poter finalmente mettere fine alla penosa situazione delle nostre strade, e sulla gestione dei rifiuti.

Il senatore Fusco ha, quindi, chiuso la conferenza stampa, lanciando un’altra questione di significativa importanza: la necessità di un miglioramento in termini di efficienza dei servizi comunali per i cittadini.

“È assurdo – ha detto Fusco - che alcuni uffici siano aperti esclusivamente di mattina, fino a mezzogiorno, obbligando i viterbesi a dover prendere un giorno di permesso per poter richiedere un certificato”. Da qui la proposta di soluzioni già adottate con successo altrove, stabilendoorari degli uffici comunali idonei a rendere massima la fruibilità dei servizi ai cittadini.

I candidati della Lega, pronti a diffondere a Viterbo e in comune il progetto politico del leader Salvini, sono quindi a lavoro per restituire a Viterbo il ruolo che merita e a tutti i viterbesi la possibilità di vivere in una città degna della sua storia.

Salva

Salva

I comunicati inviali
a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

chi è on line

Abbiamo 732 visitatori online

Salva

Salva

Salva

Salva