Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva


Roma LIBRI
Franco Carlo Ricci

Cari Amici, mi fa piacere farvi sapere che il prossimo 22 maggio, alle 17, a Roma, nella sede della Società Dante Alighieri, verrà presentato il mio volume di poesie dal titolo "Un po' per celia, un po' per non morire..." pubblicato dalle Edizioni Scientifiche Italiane di Napoli.

Oltre ai relatori, Prof. Giovanni Di Peio, Prof. Emerico Giachery e Prof.ssa Silvana Cirillo, interverranno l'attore e regista Daniele Salvo e la violinista Liliana Bernardi.

La manifestazione si svolgerà a Palazzo Firenze, Piazza di Firenze 27, (molto vicina al Pantheon) nella sala al piano terreno impreziosita dagli affreschi di Francesco Primaticcio, detto il Bologna (Bologna, 1504-Parigi, 1570).

Inutile dire che la vostra presenza mi sarebbe particolarmente cara.

---------------

Dal sito dell'editore Edizioni Scientifiche Italiane di Napoli:

Il volume "Un po’ per celia, un po’ per non morire" ripropone nel titolo, anche se con significato diverso, il celebre endecasillabo della più famosa aria di Madama Butterfly di Puccini, Un bel dì, vedremo, che Cio-Cio-San canta nel II atto.

Raccoglie spunti poetici che l’Autore ha annotato, senza regolarità, nel corso della vita; da quando, agli inizi degli studi universitari, visse un’ansiosa alba prima di un esame, alle emozioni, ai pensieri, ai timori che animano la sua vita di oggi.

I versi sono disposti in rigoroso ordine temporale, per rispettare il fluire e il mutare dei sentimenti e delle riflessioni nei vari momenti dell’esistenza dell’Autore. Il volume, a corredo e, in qualche modo, ad integrazione dei versi, accoglie opere visive e musicali create, per l’occasione, dagli artisti o, se già composte, da loro ritenute in sintonia con essi.

L'AUTORE
Nato a Vittorito, paesino dell’Abruzzo aquilano, nella Valle Peligna, Franco Carlo Ricci vive a Roma dall’età di un anno. Si è laureato in Lettere moderne, con Lode, alla «Sapienza»; ha studiato pianoforte e composizione. Già Ordinario di Storia della musica, ha insegnato nelle Università di Bari e della Tuscia.

Ha pubblicato numerosi saggi e volumi su Bellini, F.M. Veracini, Debussy, Prokof’ev, Stravinskij e altri musicisti. Tra le monografie più significative: Vittorio Rieti (Edizioni Scientifiche Italiane) e Francesco Siciliani (E.S.I., ERI.Rai e Teatro alla Scala). Uniche, dedicate alla vita e all’opera di due importanti musicisti del Novecento, hanno ottenuto il Premio della cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

«Premio Diego Fabbri» dell’Ente dello Spettacolo. Collaboratore, per oltre vent’anni, della RAI-Radiotelevisione Italiana per programmi musicali. Fondatore e direttore, da sempre, de «La Musica e la Danza», Collana di studi per la E.S.I; del Centro Musicale Internazionale; della Stagione concertistica pubblica dell’Università della Tuscia. Curatore e regista di letture drammatizzate delle opere: Norma di Bellini, Don Giovanni di Mozart, Otello di Verdi, Il Barbiere di Siviglia di Rossini.


Indice

Premessa di Franco Carlo Ricci
Prefazione di Emerico Giachery
Bella sei
Ti guardo
Alba
La mia anima
Ritratto
Un ago di luce
La morte vera
Vita è (1)
Vita è (2)
Fatemi amare
La memoria canuta
Notturno
Sei come l’alba (1)
Sei come l’alba (2)
Amore è
Andare conoscere
I tuoi occhi ridenti
Chi coglierà
Non basta più
Stava quasi per spegnersi
Ogni giorno vorrei
Sono ormai desolato
La pace che vorrei
Non so se ancora
Il tuo seno aurorale
La voce della notte
Nathalie
Stagioni a Central Park
L’albero antico
Fluenti e tremolanti
La notte, il cuore
Colori
Notte d’estate
Fragili foglie
L’Angelo
Io sono affascinato
Io sono un uomo
Cos’hai capito tu?
Nuvole fiamminghe
Alla stazione una mattina d’inverno
Le donne
La trappola meravigliosa
Tramonto 43
Fuga senza fine
Il mondo
La morte
Soli, sperduti
Sorriso
Striduli lamenti
Solitudini
La collina è assolata
Ormai mio padre è libero
Esseri di fango e di luce
Vieni, cara, è ormai l’ora!
Con gioia, madre mia
Il più temuto
Ti è stata risparmiata
Girovago volo
Il ricordo delle ferite
Amore sempre, ovunque
Mi piace tessere
Alba sul Nilo
Arance della piana di Catania
I cassetti della memoria
Il frutto saporoso
Titina
Ti ho visto
Santorini
Ileana
Padre di luce
Sono sereno
Profumi luci
Se Ti cerco
Dammi la fede
Miei cari
Modernità antica
Nessuno più canta
Vorrei piangere
Preghiera
Condanna divina
Per credere
L’Agulhas
Ahi Viterbo indolente!
Leonessa sdegnosa
Prosegue inesorabile
Scusami, Padre
È dolce
Padre, Ti prego
Quale dolce consolazione
Botswana
Non voglio credere
Il Cardinale
Orcio di terracotta
Padre, Ti chiedo
Prove di luce

I comunicati inviali
a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizza in Villa party-relax con gli amici,
tra vigneti e uliveti, ampia piscina,
forno a legna, barbecue, cucina,
4 camere da letto, 4 bagni, salone,
taverna con sala biliardo, 2 camini.
Puoi divertirti in ampi spazi, indisturbato.

Il Marrugio mette a tua disposizione
la Villa che vedi qui in foto.
Clicca qui

SALDI DAL 7 LUGLIO

Salva

Salva

chi è on line

Abbiamo 985 visitatori online

Salva

Salva

Salva

Salva