Opportunità di cucinare autonomamente in struttura o di avere il catering a base delle nostre bio-produzioni, possibilità di pernottamento in struttura

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva


Viterbo EVENTI

Cari Amici, il concerto del prossimo sabato 17 marzo 2018 all'Università degli Studi della Tuscia-Viterbo (Auditorium di S. Maria in Gradi, ore 18) ha per protagonista il Quartetto Werther, fondato a Roma nel 2016 da quattro giovani e validissimi musicisti.

Tutti i suoi componenti, con rilevanti esperienze ​c​oncertistiche ​rese possibili dagli insegnamenti ​d​i numerosi​ e illustri​ ​M​aestri, alternano l’attività cameristica a quella solistica​; hanno otten​uto​ premi e riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali e​ si sono​ esibiti per alcuni dei più importanti enti musicali italiani, in prestigiosi teatri e sale da concerto.

Come formazione risultano vincitori del primo premio assoluto del Concorso Nazionale città di Magliano Sabina ​2017 ​e del 18° concorso “Rivera Etrusca” di Piombino.

Il Quartetto Werther è composto da​ Antonino Fiumara, pianoforte​; Misia Iannoni Sebastianini, Violino​; Artina Santarone, viola​ e Simone Chiominito.​

Il programma prevede due capolavori della letteratura cameristica: il  Quartetto per archi e pianoforte in Mib op. 47 di Robert Schumann e il Quartetto per pianoforte e archi in Do minore op. 60 di Johannes Brahms.

​La locandin​a con i particolari del programma e i curricula dei solisti sono allegati.

Franco Carlo Ricci
Fondatore e Direttore artistico del


Centro Musicale Internazionale (Ce.M.I.)
www.centromusicaleinternaziona le.eu

Fondatore e Direttore artistico della
Stagione concertistica pubblica dell’Università degli Studi della Tuscia-Viterbo

 

XIII Stagione concertistica pubblica

Anno Accademico 2017-2018

Auditorium di S. Maria in Gradi

Via Sabotino, 20, 01100 Viterbo

 

Fondatore e Direttore artistico: Franco Carlo Ricci

 

Sabato 17 marzo 2018, ore 18

 

Quartetto Werther

Vincitore del Premio Sergio Cafaro di Magliano Sabina 2017

 

Antonino Fiumara, pianoforte

Misia Iannoni Sebastianini, violino

Martina Santarone, viola

Simone Chiominto, violoncello

 

Robert Schumann

(Zwickau, 1810-Bonn, 1856)

Quartetto per archi e pianoforte in Mib op. 47

(Sostenuto assai-Allegro ma non troppo; Scherzo-Molto vivace;

Andante cantabile; Finale-Vivace)

 

*

Johannes Brahms

(Amburgo, 1833-Vienna, 3 aprile 1897)

Quartetto per pianoforte e archi in Do minore op.60

(Allegro ma non troppo; Scherzo: Allegro; Andante; Allegro comodo)

 

Biglietti: intero 9 euro. Abbonamento intera Stagione 170 euro

(Ridotto 5 euro per Personale docente e non docente delle Università.

Studenti delle Università, dei Conservatori e delle Scuole secondarie)

La biglietteria è aperta dalle ore 16.

L’accesso è da Via Sabotino 20 (ampio parcheggio interno)

Info: Francesco Della Rosa. Tel. 0761.357.937; 348.793.1782. E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-------------

Quartetto Werther

 

Il Quartetto Werther viene fondato a Roma nel 2016 da quattro giovani musicisti di età compresa tra i 19 e i 23 anni. Il nome scelto per il quartetto non è in alcun modo casuale ma vuole essere un omaggio a Johannes Brahms, uno dei più grandi compositori tedeschi di opere cameristiche che, velatamente, in una lettera, con tale epiteto aveva denominato il suo ultimo quartetto con pianoforte. 

Tutti i suoi componenti, con importanti e rilevanti esperienze cameristiche, maturate con lo studio del repertorio sotto la guida di illustri musicisti quali Roberto Gonzales, Marco Fiorini, Alfonso Ghedin, Daniela de Santis, Mark Messenger, Orfeo Mandozzi, Gabriele Geminiani, Antonio Meneses, Bruno Giuranna, Maria Teresa Carunchio, Lilya Zilberstein, Luca Sanzò, Oleksandr Semchuk, alternano l’attività cameristica a quella solistica ottenendo premi e riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali ed esibendosi per alcuni dei più importanti enti musicali italiani, in prestigiosi teatri e sale da concerto.

Come formazione risultano vincitori del primo premio assoluto del Concorso Nazionale città di Magliano Sabina e del 18° concorso “Rivera Etrusca” di Piombino.

Il loro concerto di esordio presso il Teatro Marrucino di Chieti, inserito nella stagione ufficiale della Fondazione, è stato accolto con grande entusiasmo ed unanimi consensi. La loro attività concertistica futura li vedrà impegnati in collaborazioni con l’Associazione Umbria Classica, I concerti del Tempietto, Musica da Casa Menotti di Spoleto e l’A.GI.MUS di Roma.

Dal 2016, il Quartetto Werther segue il Corso di Alto perfezionamento nel Dipartimento di Musica da Camera sotto la guida del prestigioso Trio di Parma presso la storica Scuola di Musica di Fiesole.

Antonino Fiumara, pianoforte

…“He is a poet. He doesn’t play, he tells a story”, Jay Gottlieb 

Classe 1993, vincitore del prestigioso Premio Abbado 2015, medaglia di bronzo al Premio Venezia 2012, grazie alla quale è stato ricevuto in udienza dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, e semifinalista rientrando tra i migliori 6 candidati della 24esima edizione del prestigioso Concorso Pianistico Internazionale “Rina Sala Gallo” di Monza,  ha suonato per prestigiosi enti musicali tra cui: Associazione “G. Rossini” di Pesaro, Fondazione Teatro La Fenice di Venezia, Maggio Musicale Fiorentino, Amici della Musica di Padova, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, Amici della Musica “W. De Angelis” di Campobasso, Oratorio del Gonfalone di Roma, Talenti al Tempio di Milano, Lyceum club Internazionale di Firenze, Associazione Umbria Classica, Mantovamusica, Livornoclassica, Fundacion Eutherpe, Europäisches Jugend Musikfestival – Salzburg, Passau, Comersee.

Ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica del Cherubini, I cameristi del Montefeltro, l’”Orchestra Nuova Klassica” e con la Turkish Youth International Philarmonic Orchestra.

All’attività concertistica solistica e con orchestra, affianca quella di camerista diventando dal 2016 membro stabile del Quartetto Werther, premiato in diversi concorsi nazionali ed internazionali con il quale svolge attività concertistica attualmente e segue il corso di perfezionamento tenuto dal Trio di Parma presso la Scuola di Musica di Fiesole.

Ha ottenuto il Diploma Accademico di secondo livello con lode e menzione presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze sotto la guida di Maria Teresa Carunchio ed ha seguito masterclasses con Lilya Zilberstein, Arie Vardi, Pavel Gililov, Jan Jiracek Von Arnim, Benedetto Lupo, Tamàs Ungàr, Michele Marvulli, Paolo Bordoni, Giorgio Vidusso.

Attualmente segue il Postgraduales Studium presso l’Universität für Musik und darstellende Kunst di Vienna nella classe di Lilya Zilberstein.
 

Misia Iannoni Sebastianini, Violino

Misia Iannoni Sebastianini è nata a Roma nel 1997. Diplomata al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma con Lode e menzione d'onore sotto la guida del M° Marco Domini, ha iniziato lo studio del violino a 10 anni con il M° Simona de' Rossi.

Attualmente si sta perfezionando con il M° Oleksandr Semchuk presso l'Accademia “Incontri con il Maestro” di Imola dove ha avuto l'onore di essere stata selezionata per eseguire il secondo sestetto di Brahms nel ruolo di primo violino, collaborando con Orfeo Mandozzi al violoncello e Mark Messenger (direttore dipartimento archi del Royal College of Music di Londra) al violino.

Ha frequentato masterclass con Vadim Brodskj, Georg Monch, Eliot Lawson, Massimo Quarta, Marco Fiorini e Dora Schwarzberg.

Si è esibita più volte come solista con orchestra all’Auditorium della Conciliazione di Roma, nell’Aula Magna dell’Università Roma Tre, ai Mercati di Traiano, nella Cattedrale di San Gemini, nella Cattedrale di Visso). Nel 2014 ha vinto la borsa di studio al Collegium Musicum – Summer Academy di Pommersfelden (Germania) suonando con l’orchestra sinfonica e in quintetto nella prestigiosa Marmor Saal.                                                                     

E’ vincitrice di numerosi concorsi, nazionali ed internazionali, tra cui, nel 2015, il Concorso Nazionale “Riviera Etrusca” di Piombino, “Marco dall’Aquila”, il Concorso Internazionale “Luigi Nono” (unica violinista e unica italiana a ricevere il premio), il Concorso Nazionale “Annarosa Taddei” (2015). Nel 2016 vince il premio assoluto al Concorso Internazionale “Bardolino sul Garda”, al Concorso Internazionale “Anemos”, al Concorso Nazionale “Marchitelli” e al Concorso Internazionale “Dinu Lipatti”.


Artina Santarone, viola

Nata a Roma nel 1996, allieva del M° Luca Sanzò, partecipa a masterclass con Tabea Zimmermann, Garth Knox e Danusha Waskievicz e nel 2014 viene ammessa eccezionalmente ai corsi di Alto Perfezionamento presso l’Accademia “Stauffer” di Cremona con il M° Bruno Giuranna.

In qualità di solista ha suonato nel 2010 presso l’Aula Magna dell’Università Roma Tre un brano di Paolo Marzocchi per viola solista, orchestra e quintetto d’archi dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia; nel 2013 presso l’Haute Ecole de Musique de Genève con l’orchestra del Liceo Musicale Farnesina e nello stesso anno con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese grazie alla selezione internazionale di giovani solisti promossa dal Progetto International Music Class.

Vincitrice di borse e premi in concorsi nazionali e internazionali - tra cui la borsa di studio “Laura Borbone”(2010) e il Primo Premio assoluto al Concorso Musicale Giovani Talenti promosso dal Rotary Club Roma (2011) - ha suonato in qualità di prima viola nella Juniorchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con direttori quali Antonio Pappano, Steven Mercurio, Simone Genuini partecipando a manifestazioni e concerti come il Festival dei Due Mondi di Spoleto e il Festival Internazionale di Ravello. Nel 2016 vince la borsa di studio “Listen 2.0” collaborando con l’Orchestra Leonore assieme alle prime parti di diverse orchestre mondiali.                                                                                                     

In ambito cameristico è stata partner di musicisti come Marco Fiorini, Gabriele Geminiani, Roberto Gonzales, ha suonato con Edoardo Zosi e Antonio Meneses presso il Teatro “A. Ponchielli” di Cremona e con il clarinettista Aron Chiesa per la stagione concertistica dell’Istituzione Universitaria Concerti 2016/2017. 

 

Simone Chiominto, violoncello

Simone Chiominto è stato primo violoncello dell’”Orchestra internazionale di Roma” diretta da Antonio Pantaneschi, durante la stagione 2013/2014. Nell’arco del quinquennio 2008-2013 ha suonato con la “Juniorchestra” dell'Accademia di Santa Cecilia e nell’estate 2015 con “Filarmonica di Benevento” diretta da Sir Antonio Pappano.

Simone è stato diretto da altri rinomati Maestri, tra cui, per citarne qualcuno, Simone Genuini, Ciro Visco, Franco Petracchi e Mario Brunello, esibendosi in location di grande rilievo artistico-culturale, quali la Sala “Santa Cecilia” dell’Auditorium del Parco della Musica e la Sala Nervi, e in occasioni ufficiali quali l'anniversario dei 150 anni dell'Unità d'Italia in piazza del Quirinale e durante le celebrazioni natalizie della Presidenza della Camera dei Deputati, concluse con il concerto di Natale in Aula Montecitorio.

Contestualmente svolge un’intensa attività concertistica cameristica, collaborando con diverse formazioni (duo con e senza pianoforte, trio, quartetto d’archi, quartetto con pianoforte e quintetto,) partecipando ad importanti manifestazioni tra cui, tra gli altri, il Festival di Musica da Camera di Sant'Apollonia a Salerno. Sempre in ambito cameristico fonda nel 2016 con Misia Iannoni Sebastianini (violino), Martina Santarone (viola) e Antonino Fiumara (pianoforte) il Quartetto Werther.

Nato a Roma nel 1997 e diplomatosi a soli 19 anni con il massimo dei voti e la lode, prosegue il suo perfezionamento frequentando Masterclasses con illustri docenti del panorama europeo, tra tutti Luigi Piovano (attuale primo violoncello dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia). Con il Quartetto Werther inoltre segue il Corso annuale di perfezionamento in musica da camera presso la Scuola di Musica di Fiesole sotto l’egida del Trio di Parma.

I comunicati inviali
a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizza in Villa party-relax con gli amici,
tra vigneti e uliveti, ampia piscina,
forno a legna, barbecue, cucina,
4 camere da letto, 4 bagni, salone,
taverna con sala biliardo, 2 camini.
Puoi divertirti in ampi spazi, indisturbato.

Il Marrugio mette a tua disposizione
la Villa che vedi qui in foto.
Clicca qui e chiedi informazioni

Salva

Salva

chi è on line

Abbiamo 839 visitatori online

Salva

Salva

Salva

Salva