Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva


Montefiascone CRONACA

 

Questo il bilancio della scorsa settimana per i Carabinieri dell’Alta Tuscia, dopo aver eseguito specifici servizi finalizzati a contrastare i complessi reati che si consumano tra le mura domestiche.

In particolare:

  • la Stazione Carabinieri di Montefiascone ha arrestato, nella flagranza, un 26/enne del luogo, responsabile di maltrattamenti nei confronti del padre. Il giovane recidivo, già nel recente passato più volte era stato necessario l’intervento dell’Arma per sedare dissidi in famiglia che lo avevano visto protagonista, lo scorso 8 novembre colpiva violentemente al volto il padre procurandogli evidenti lesioni. In sede di udienza di convalida dell’arresto, il giudice, per evitare il reiterarsi di tali violenze, ha disposto la misura dell’allontanamento dalla casa famigliare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa;
  • la Stazione Carabinieri di Bagnoregio sempre l’8 novembre u.s. eseguiva l’ordine di conferma della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un 43/enne del posto, responsabile del reato di atti persecutori “Stalking” nei confronti della ex convivente. L’uomo infatti da tempo poneva in atto condotte minacciose e ingiuriose nei confronti della donna al punto da cagionare uno stato di ansia e di paura per la propria incolumità costringendola a cambiare le proprie abitudini di vita

Le vittime dei reati di violenza domestica molte volte sono soggetti vulnerabili, che spesso non denunciano il fatto per terrore o vergogna, sono seguiti con particolare attenzione e sensibilità dai Carabinieri della Compagnia di Montefiascone, che mantenendo costante la vicinanza al cittadino, mirano ad infondere quella sicurezza necessaria ad abbattere il muro di paura che spesso induce a subire senza denunciare.

Infine, una pattuglia dell’Arma di San Lorenzo Nuovo ha arrestato un 61/enne, pregiudicato, originario di Bolsena, responsabile di minacce ed oltraggio a Pubblico Ufficiale. Il suddetto la sera dello scorso 6 novembre, in stato di ebbrezza alcolica, si avvicinava ai militari che stavano espletando un controllo alla circolazione stradale ed iniziava ad inveire sia verbalmente che fisicamente contro i Carabinieri con frasi intimidatorie ed offensive.

I comunicati inviali
a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi è online ora assieme a te

Abbiamo 697 visitatori online

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva