Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

×

Attenzione

JFolder: :files: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/vhosts/lacitta.eu/httpdocs/images/buttare-via-uggeri-itis-2015

×

Avviso

There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery Pro plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: images/buttare-via-uggeri-itis-2015


Viterbo CRONACA Il progetto nasce dall'omonimo racconto di Carolina Lo Nero scritto per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado
di Gianni Uggeri

 

Si è svolta, venerdì  22 maggio, in prossimità della ricorrenza della strage di Capaci del 1992, la 2^ edizione di Scacco Matto alla Mafia, la campagna di educazione alla legalità rivolta a enti, comuni, fondazioni, associazioni e scuole di tutto il territorio italiano.

"La mafia non è affatto invincibile; è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine. Piuttosto, bisogna rendersi conto che si può vincere non pretendendo l'eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni", diceva Giovanni Falcone.

Il progetto nasce dall'omonimo racconto di Carolina Lo Nero scritto per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado e in cui si affrontano le principali tematiche di educazione alla legalità con un linguaggio semplice, ma ironico. Dal racconto nasce "La partita della legalità", che consente  la drammatizzazione del testo e la realizzazione di una partita di scacchi viventi con l’obiettivo di coinvolgere in una sfida tra Legalità e Criminalità i giovani per realizzare una grande campagna di sensibilizzazione nazionale.

Questa iniziativa ha dimostrato sul campo che i giovani, se informati e consapevoli, contrari a ogni forma di atteggiamento mafioso, possono infliggere il definitivo Scacco Matto alla Mafia!

A Viterbo la Partita della Legalità si è svolta presso l’Aula Magnadell'ITIS Leonardo DaVinci edè stata organizzata da Gens Nova Viterbo insieme ad ACLI Viterbo e alle associazioni Forum Giovani, Nonni e Nipot, Libera. Inoltre, con l’impegno concreto della Scuola Media Fantappié e dei Maestri della Scuola Scacchistica Viterbese.

La mattinata è stata intensa: dopo l'introduzione della dirigente dell'ITIS, Prof.ssa Elvira Federici che ha espresso il piacere di accogliere gli studenti della Fantappiè e sottolineato come "il senso della legalità non è il semplice rispettare una regola, ma costruire tutti i giorni, insieme, un'idea di convivenza e di cittadinanza in cui ognuno di noi può rispondere di quello che fa e dà il suo contributo...

Il fatto che due scuole si siano incontrate, con la sinergia collaborativa di tutte le associazioni che hanno partecipato a questa iniziativa, da già il senso di questo lavorare insieme... siamo noi, tutti i giorni, nella costruzione della nostra convivenza, nella responsabilità e nell'amore che possiamo sperare in un mondo migliore...

La mafia è, soprattutto, vivere piccoli comportamenti di corruzione quotidianamente che corrompono la nostra convivenza e le nostre relazioni... ed è bene che la scuola passi questa idea di cittadinanza, responsabilizzando i ragazzi verso la sua tutela...". Ha espresso la sua condivisione anche il Dirigente della Fantappiè, Alessandro Ernestini. Sono seguiti i saluti delle Autorità: il Prefetto, per il Comune il consigliere Paolo Moricoli e per la Fondazione Carivit (che ha offerta il suo contributo all'iniziativa,EnricoBrenciaglia.

E poi stato il momento della tanto attesa partita a scacchi figurata giocata dai ragazzi, seguito  dall’omaggio a Giuseppe Impastato a cura degli studenti dell’Istituto Da Vinci. La manifestazione si è conclusa con l'esecuzione dell’inno nazionale eseguito dalla Banda Musichiamo dell’Unità Pastorale S. Maria dell’Edera e Paradiso.

{gallery}buttare-via-uggeri-itis-2015{/gallery}

I comunicati inviali
a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Salva

Salva

chi è on line

Abbiamo 1011 visitatori online

Salva

Salva

Salva

Salva